Fase 2: acquisizione

Secondo le circostanze, la raccolta dei dati (ACQUISITION) può avvenire in modi diversi.

Ad esempio subito di seguito sono brevemente indicati i tipi di intelligence usati nei contesti più tipici dell’Homeland Security:

  • HUMINT (HUMan INTelligence): l’acquisizione dei dati strategici è svolta da risorse umane che hanno il compito di raccogliere notizie attraverso relazioni interpersonali (agenti e informatori) o l’osservazione diretta (osservatori).
  • IMINT (IMagery INTelligence): raccolta e analisi di immagini aeree o satellitari.
  • MASINT (MeAsurement and Signature INTelligence): acquisizione di immagini non visibili con sensori elettrici o radar.
  • COMINT (COMmunication INTelligence): intercettazione, selezione e interpretazione dei contenuti inerenti al traffico delle telecomunicazioni (perlopiù flussi di traffico che transitano per i satelliti e i cavi internazionali).
  • ELINT (ELectronic INTelligence): ricezione e analisi di segnali elettronici, come ad esempio l’emissione dei sistemi radar.
  • SIGINT (SIGnal INTelligence): raccolta di dati mediante l’intercettazione di mezzi di comunicazione (ad esempio radio, mail, telefono, ecc).
  • OSINT (Open Source INTelligence): acquisizione e analisi dei contenuti messi a disposizione dalle fonti aperte (stampa, internet, database pubblici, ecc.).

I vantaggi della tecnologia semantica

A prescindere dalle diverse modalità di acquisizione dei dati, Cogito Intelligence Platform, impiegando il modulo Cogito Crawler, può integrarsi senza problemi con altre applicazioni: dispone di funzionalità e plug-in in grado di normalizzare i principali flussi (voce, fax, http, ecc.), elabora tutti i principali formati e si interfaccia facilmente con i diversi apparati di acquisizione.

Le fasi del processo di intelligence